Due fratelli arrestati dalla polizia a Napoli per fabbricazione di documenti falsi, trovata nascosta in un’intercapedine e sequestrata oltre 100 grammi di cocaina

Gli agenti del Commissariato Vicaria – Mercato, nel corso di un servizio di contrasto al fenomeno dello spaccio di stupefacenti, con il supporto delle Unità Cinofile antiesplosivo e antidroga dell’Ufficio Prevenzione Generale, hanno effettuato un controllo in via Carriera Grande presso un appartamento occupato da due persone. Gli agenti, nel corso dell’operazione, hanno rinvenuto un computer portatile, una stampante, numerose card in pvc, vari ologrammi con il logo della Repubblica Italiana, supporti usb contenenti vari file inerenti la riproduzione di carte di circolazione, falsi documenti di identificazione, nonché un  bilancino, una macchina sottovuoto e delle buste per il confezionamento. Sono stati anche sequestrati, nascosti in un’intercapedine delle scale, 105 grammi circa di cocaina ed altri ologrammi identici a quelli rinvenuti nell’appartamento. Vincenzo e Giuseppe Russolillo, fratelli napoletani di 47 e 43 anni con precedenti di polizia, sono stati arrestati per possesso e fabbricazione di documenti falsi e  resistenza a pubblico ufficiale.

Condividi:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.