Scoperta dai carabinieri una tratta di esseri umani tra Grecia e Italia, arrestato un cittadino pakistano accusato di soppressione di cadavere e favoreggiamento

Nell’ambito del contrasto al fenomeno del traffico di esseri umani, i carabinieri, con la polizia ellenica, hanno eseguito in Grecia un mandato di arresto europeo per i reati di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina e soppressione di cadavere nei confronti di un pakistano residente in Grecia. I carabinieri della Compagnia di Riccione, coadiuvati nelle operazioni da personale del Servizio per la Cooperazione Internazionale di Polizia Divisione S.I.Re.N.E. e dall’esperto per la Sicurezza di stanza ad Atene, hanno dato esecuzione ad un mandato di arresto europeo emesso a carico di un cittadino di origine pakistana residente in Grecia, ritenuto responsabile dei reati di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina e soppressione di cadavere, connessi al ritrovamento di un corpo in avanzato stato di decomposizione occultato all’interno del canale di raccolta delle acque piovane in località Montalbano nel comune di San Giovanni in Marignano (RN) dello scorso 7 settembre 2018.

Condividi:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.