La Guardia di finanza sequestra 10.000 giocattoli a Pisa ritenuti pericolosi per i bimbi, senza marchio Ce e contraffatti

I finanzieri del comando provinciale di Pisa, al termine di una operazione di polizia giudiziaria, hanno sottoposto a sequestro oltre 10 mila giocattoli per bambini ritenuti non conformi, pericolosi e recanti marchi contraffatti. Denunciato alla magistratura un imprenditore cinese, per i reati di frode in commercio, vendita di prodotti industriali con segni mendaci, commercio di prodotti pericolosi, introduzione nello Stato di prodotti con segni falsi e ricettazione. Il valore commerciale dei giocattoli sequestrati è stato stimato in circa 100.000 euro. La merce è stata sequestrata, si spiega, in un negozio di via Vespucci: i militari “hanno scoperto un ‘magazzino occulto’, il cui accesso era stato nascosto con una ‘parete a scomparsa’” dove sono stati trovati decine di cartoni con macchinine, peluche, maschere, pistole, modellini di moto, aerei e camion, fionde, bastoni colorati, dinosauri e torce, le cui componenti plastiche, al mero contatto, presentavano scarse caratteristiche di resistenza”.
   

Condividi:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *