Dazi Usa, timori per il limoncello, il presidente del consorzio: “Dal Giappone ci studiano, gli Stati Uniti cercano di farci fallire”

 I dazi introdotti dagli Usa sul limoncello potrebbero colpire una ampia filiera che parte dai produttori di limoni pregiati a quelli del liquore. Spiega il presidente del consorzio limoni Igp Penisola sorrentina, Mariano Vinaccia: “I dazi sono sempre negativi. I ricchi non ne soffrono, la massa dei consumatori americani dovrà rinunciare al Parmigiano o al limoncello. Potranno esserci effetti negativi anche molto significativi sul nostro export”. I produttori di limoni Igp “hanno effettuato negli anni un lavoro di sentinelle del territorio, rendendo la terra produttiva economicamente e sottraendola alle speculazioni edilizie. Assurdo quello che stanno facendo negli Stati Uniti. Mentre dal Giappone e dalla Francia vengono a studiarci come esempio virtuoso, dall’America cercano di farci fallire”.

Condividi:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.