Ritrovati i due anziani scomparsi a Piedimonte Matese (Caserta), i due uomini in ricerca di funghi hanno trascorso la notte in un rifugio di fortuna

Carabinieri, Protezione civile, vigili del fuoco e Soccorso Alpino Speleologico Campania. Una vera e propria task force quella utilizzata per rintracciare questo mattina Antonio Caimano, 73enne di Pignataro Maggiore, e Giuseppe Scialdone, 65enne di Vitulazio, i due cercatori di funghi dispersi dalla mattinata di mercoledì. La coppia di amici si era avventurata sui Monti del Matese ma, colti di sorpresa prima da una fitta nebbia e successivamente dalla forte pioggia, sono stati disorientati dal maltempo. I due esperti cercato di funghi, pur perdendosi tra la vegetazioni, non si sono dati per vinti e hanno trascorso la notte in un rudere abbandonato, riuscendo poi questa mattina a riprendere il sentiero e ritrovare la propria auto, una Fiat Sedici, nei pressi del lago di Letino. 

A denunciare la loro scomparsa ai carabinieri della Stazione di Piedimonte Matese erano stati i loro familiari nella serata di mercoledì, non avendo visto i due amici tornare a casa. Immediate sono partite le ricerche, con il Soccorso Alpino che ha ottenuto anche il supporto del 6° Reparto volo della Polizia di Stato, che con un tecnico del CNSAS a bordo ha sorvolato la zona, in particolare l’area di Dragoni. La localizzazione è stata possibile grazie alla telefonata di uno dei due dispersi alla moglie una volta raggiunta una zona coperta da segnale. I due sono stati ritrovati in buone condizioni di salute, anche se un po’ provati per la disavventura. (Rassegna stampa – fonte Casertanews)

Condividi:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.