Il cadavere di un neonato e’ stato ritrovato all’alba di oggi in un’abitazione di Vallo della Lucania, nel Salernitano. Il piccolo era stato partorito in casa da una donna moldava ora indagata

 Il neonato trovato morto, all’alba di oggi, in un appartamento di Vallo della Lucania, nel Salernitano, era di sesso maschile. Durante la notte, la madre, una 30enne moldava, presumibilmente poco dopo aver partorito in casa, ha raggiunto l’ospedale ‘San Luca’ con una forte emorragia. A quel punto, il personale sanitario ha avvertito i carabinieri che hanno effettuato un sopralluogo nell’abitazione. Li’, vicino all’armadio, la macabra scoperta del cadavere del piccolo. La madre, che attualmente non e’ in stato di fermo, e’ ora in cura al nosocomio vallese, ma non sarebbe in pericolo di vita. Le indagini della procura di Vallo della Lucania sono delegate ai militari dell’Arma. L’attenzione degli inquirenti e’, ovviamente, concentrata sulla figura della donna e su cosa sia accaduto nelle ultime ore. La 30enne, che viveva da sola, lavorerebbe come badante. In giornata, dovrebbe essere affidato l’incarico al medico legale perche’ esegua l’autopsia da cui, innanzitutto, si stabilira’ se il bimbo e’ nato morto o se la morte e’ sopraggiunta in un momento successivo. 

Condividi:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *