Whirlpool: la rabbia e la determinazione dei lavoratori, “Vogliamo produrre lavatrici, non accetteremo nessun cambiamento,

In diretta a ‘Barba&Capelli’, trasmissione di Corrado Gabriele in onda su Radio CRC, è intervenuto Salvatore Russo, lavoratore Whirlpool: “Sono più di 120 giorni che lottiamo, affinché l’azienda cambi idea. Come lavoratori usiamo tutti i mezzi a nostra disposizione. Io sono un lavoratore della linea montaggio, e mi occupavo dei componenti dello scarico. Vogliamo produrre lavatrici come abbiamo sempre fatto, non accettiamo nessun tipo di cambiamento. Vogliamo che venga rispettato l’accordo di Ottobre 2018: una multinazionale non può permettersi di cancellare un sito con una semplice X. Le istituzioni sono dalla nostra parte e non ci hanno mai abbandonato”.

Italia Orofino, lavoratrice Whirlpool: “Chiediamo che l’America intervenga per poterci aiutare. Il Sindaco è sempre stato accanto a noi. La sua vicinanza è fondamentale. Questa è una vertenza della Città e del Sud, che, ancora una volta, sta morendo. Il Ministro ha affermato che stanno lavorando per noi, quindi non possiamo far altro che attendere. Non vediamo più il futuro”.

Condividi:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.