laria Alpi: Sottosegretario all’Editoria Martella, “con Hrovatin ha pagato con la vita la missione di giornalista”

 “La tragica vicenda di Ilaria Alpi e di Miran Hrovatin rimanda ad uno dei temi centrali per ogni democrazia che voglia essere credibile per i cittadini, ed e’ quello di non frapporre ostacoli al perseguimento della verita’ e della giustizia. Figli di un’Italia dai troppi misteri irrisolti, Ilaria e Miran hanno pagato con la vita la loro missione di giornalisti che hanno testardamente cercato di raccontare la realta’ degli interessi, anche economici, che si nascondono dietro ognuna delle ‘piccole’ guerre dimenticate”. Lo ha scritto il sottosegretario all’Editoria, Andrea Martella, in un messaggio inviato alla Federazione nazionale della Stampa italiana in occasione delle iniziative che si svolgono oggi e domani per i 25 anni dall’assassinio della giornalista e del cameraman avvenuto in Somalia.

 “Con loro – aggiunge Martella – l’intero Paese ha contratto un debito di riconoscenza civile che non puo’ essere estinto con l’arrendevolezza, ma che va saldato assumendo il testimone della verita’. Interpreto in quest’ottica l’incessante impegno e la mobilitazione che attorno alla vicenda vede in prima fila Fnsi, Ordine dei giornalisti, Usigrai, Articolo 21, il Comitato di redazione del Tg3, Libera Informazione e associazione Amici di Roberto Morrione. Si tratta di un prezioso contributo ed una prova di impegno civile degna di una democrazia moderna, trasparente e giusta. Desidero dunque esprimere la mia vicinanza allo spirito, agli ideali, alle energie che fanno da motore all’iniziativa di oggi, di importanza fondamentale per continuare a tenere accesa la luce su questi due valorosi giornalisti: Ilaria e Miran”. 

Condividi:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *