Estorsione ad una pizzeria nel centro di Napoli, i carabinieri arrestano tre persone appartenenti al clan di camorra “Mazzarella”

Tre arresti dei carabiniere nel clan Mazzarella per una estorsione a un esercizio commerciale nel centro storico di Napoli. Giovedi’ scorso, nell’ambito di un’indagine, il Nucleo Operativo della Compagnia Carabinieri Napoli Centro ha eseguito il fermo di indiziati di pm nei confronti di Antonio Iodice, 20 anni, Pietro Perez, 39 anni, Marco De Martino, 19 anni, per aver piu’ volte riscosso il ‘pizzo’ in una pizzeria nella zona di via dei Tribunali per conto della cosca che, dopo i recenti arresti nel clan rivale dei Sibillo, cerca di affermarsi anche in questa parte del territorio cittadino. L’inchiesta e’ nata dopo numerosi episodi di intimidazione che si sono susseguiti nei primi mesi dell’anno nei confronti delle pizzerie dell’area, i cui titolari stanno pero’ collaborando con le forze dell’ordine. Uno degli indagati e’ stato rintracciato a Procida, isola che frequenta abitualmente da qualche anno. Il gip Chiara Bardi ieri ha disposto per i tre la custodia cautelare nel centro penitenziario di Napoli-Secondigliano.

Condividi:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *