Vendevano auto di lusso on line, maxi truffa scoperta dalla Guardia di finanza di Frattamaggiore (Napoli), eseguite tre ordinanze di custodia

La guardia di finanza di Frattamaggiore ha stamane eseguito tre ordinanze di misura cautelare, emesse dal Gip del Tribunale di Napoli Nord, ai danni di altrettante persone. Si tratta di un 47enne di un 39enne di Afragola, ai domiciliari, e di un 32enne sempre di Afragola per il quale è scattato il divieto di dimora nel suo Comune di residenza. Per loro l’accusa è di truffa, riciclaggio, minacce e falsità ideologica. Le indagini, scattate dopo diverse denunce, hanno fatto emergere quello che gli inquirenti definiscono “un consolidato sistema fraudolento – posto in essere dai soci di alcune imprese riconducibili ad un unico nucleo familiare, ed operanti nel settore del commercio di autovetture – finalizzato alla commissione, nel tempo, di reati di truffa perpetrati anche attraverso la falsificazione dei certificati di proprietà delle autovetture”. Questi venivano redatti su moduli in bianco rubati negli Uffici provinciali del Pra. Nel concreto gli indagati, secondo le forze dell’ordine, pubblicizzavano online la vendita di auto di lusso (Ferrari, Lamborghini, Maserati) a prezzi concorrenziali, raggirando le vittime le quali, una volta pagato, non ricevevano le auto. A volte, al loro insistere per avere effettivamente le vetture, i clienti venivano minacciati.

Condividi:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *