Scoperta dalla Guardia di finanza un’attività di “compro oro” abusiva, sequestrati preziosi e denunciati i due responsabili

I finanzieri del I Gruppo Napoli hanno scoperto un’attività commerciale dedita al «compro oro» abusiva e sequestrato tutti i preziosi trovati all’interno del locale, custoditi senza un esplicito riferimento alla tracciabilità del bene.  Analizzando le attività commerciali impegnate nel comparto d’interesse ed ubicate nella zona Est del capoluogo campano, i finanzieri hanno constatato che la gioielleria era adibita anche a compro oro e svolgeva l’attività commerciale di acquisto di metalli ed articoli preziosi usati, in maniera totalmente abusiva in quanto sprovvista dell’iscrizione al Registro dei compro oro presso l’organismo degli agenti e mediatori. 

Sequestrati numerosi gioielli, una decina di solitari, collane in oro, orecchini, bracciali, monili vari, nonché argenteria e merce presumibilmente pronta per la fusione e per la successiva monetizzazione. Sono stati anche ritrovati e sequestrati due bracciali marchiati «Cartier» contraffatti, con le relative custodie. I due responsabili, rispettivamente un dipendente ed il titolare dell’illecita attività, sono stati denunciati all’autorità giudiziaria competente per esercizio abusivo dell’attività di compro oro e introduzione nello Stato e commercio di prodotti con segni falsi.

Condividi:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *