Sequestrate dalla Guardia di Finanza oltre dieci tonnellate di sigarette a Pastorano (Caserta), sette le persone arrestate

Oltre dieci tonnellate di sigarette di contrabbando – per un valore di tre milioni di euro, compreso l’autoarticolato sul quale erano trasportate ed un carrello elevatore – sono state sequestrate dalla guardia di finanza di Caserta in un manufatto rurale in disuso di Pastorano, in località Torre Lupara, una zona in campagna inoltrata dove sono presenti alcuni opifici. Arrestate sette persone, quattro italiani, due fratelli croati ed un terzo straniero dell’Est. L’ispezione delle scatole ha permesso di accertare  che contenevano stecche di sigarette di contrabbando cosiddette cheap white, «riportanti il marchio Regina, prive del contrassegno di Stato e destinate al mercato campano. Si tratta – informa una nota della Guardia di Finanza – di tabacchi originali recanti marchi registrati nei rispettivi Paesi di produzione (Russia, Emirati Arabi Uniti, Cina e Ucraina), che non possono, tuttavia, essere venduti in Italia o all’interno dell’Unione Europea.

Condividi:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *