Tragedia sulla spiaggia di Marina Grande a Capri: muore un 18enne del posto dopo 4 giorni di agonia. Indagini della Procura per far luce sulle cause

Andrea Federico purtroppo non ce l’ha fatta. Il cuore del 18enne caprese, che era ricoverato in coma e in condizioni gravissime da venerdì 14 giugno al nuovo Policlinico di Napoli, ha cessato di battere oggi pomeriggio. Tristezza e dolore alla diffusione della notizia, propagatasi rapidamente sull’isola, dove nei giorni scorsi erano state organizzate veglie e momenti di preghiera e dove l’intera comunità caprese e anacaprese si era stretta intorno ai genitori e ai familiari. Venerdì, nel primo pomeriggio, Andrea era stato soccorso in acqua, davanti alla spiaggia di Marina Grande a Capri, privo di sensi. Era stato portato a riva da alcuni ragazzi ed erano stato avviati i tentativi di rianimazione sia dai bagnanti che dal personale della capitaneria di porto anche con l’ausilio di un defibrillatore, unitamente all’equipe sanitaria del 118, giunta a sirene spiegate da Anacapri dove era impegnata in un altro intervento. Il giovane era stato portato all’ospedale Capilupi, quindi l’immediato trasferimento in elicottero al Policlinico in condizioni disperate. Vano, purtroppo, si è rivelato il lavoro encomiabile dei soccorritori. Oggi infatti la tragica notizia del decesso.
In un primo momento si era ipotizzato un annegamento dovuto a un malore o a una congestione, successivamente è emersa la lesione a una vertebra cervicale. Sarà ovviamente l’autopsia, disposta dal magistrato, a stabilire le cause della morte. Andrea quel giorno, quel maledetto giorno, era in spiaggia con alcuni amici. I ragazzi sono stati ascoltati dalla Capitaneria di Porto, titolare dell’inchiesta, coordinata dalla Procura di Napoli. I militari avrebbero visionato filmati di telecamere di sorveglianza e acquisito i telefonini degli amici. Le indagini faranno luce sulla dinamica dell’accaduto e su eventuali responsabilità.
Oggi sull’isola di Capri è il giorno del lutto, della preghiera, del silenzio.
Ai genitori, al fratello, alla sorella e a tutti i parenti giungano le nostre più sentite condoglianze.
Condividi:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *