Prestiti a usura con un tasso del 300 per cento, 41enne arrestato dai carabinieri a Sala Consilina (Salerno), l’uomo percepiva anche il reddito di cittadinanza

I carabinieri della Compagnia di Sala Consilina, nell’ambito di una indagine coordinata dalla Procura di Lagonegro (PZ), hanno arrestato in flagranza di reato un 40enne, pregiudicato della cittadina salernitana per usura. L’uomo aveva appena ricevuto da una sua vittima, un 41enne originario del comprensorio del Vallo di Diano, 200 euro in contanti, rata del prestito a tassi alti ricevuto. Il 41enne infatti aveva raccontato agli investigatori che, a fronte di un prestito di mille euro, l’usuraio avrebbe preteso, in tre mesi, la restituzione del triplo della somma, applicando dunque un tasso del 300%. Gia’ in passato, mediante l’alienazione di diversi beni propri e dei suoi familiari, la vittima aveva saldato allo stesso usuraio un prestito di 3mila euro, lievitato nel corso di un semestre a circa 10mila euro. Il gip ha convalidato l’arresto e ha emesso un’ordinanza di custodia cautelare.

Condividi:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *