Ancora un ingente sequestro di sigarette di contrabbando da parte della Guardia di Finanza, questa volta ad Angri (Salerno), per un quantitativo di 7 tonnellate. Arrestate 5 persone

Ancora un ingente sequestro di sigarette di contrabbando effettuato dalle fiamme gialle.  In particolare, sono state sottratte al commercio illegale oltre 7 tonnellate di sigarette abilmente occultate all’interno di un autoarticolato. In manette sono finiti cinque soggetti. Nell’ambito della sistematica attività di analisi di rischio finalizzata alla repressione del contrabbando di sigarette, i militari del Gruppo della Guardia di Finanza di Nola hanno individuato e sottoposto a sequestro un carico di oltre sette tonnellate di tabacchi lavorati esteri.

In particolare, il rilevante quantitativo di t.l.e. è stato rinvenuto all’interno di un autoarticolato con targa bulgara, individuato in un’area adibita ad autoparco nel comune di Angri (SA), dove erano presenti, oltre al conducente, anche ulteriori soggetti. I militari hanno proceduto ad un più approfondito riscontro della merce e, una volta rimossi bancali contenenti prodotti ittici costituenti il cosiddetto “carico di copertura” per oltre 2 tonnellate, hanno scoperto le sigarette di contrabbando. Le attività eseguite, coordinate da questa Procura della Repubblica, hanno consentito così di rinvenire complessivamente oltre 7 tonnellate di tabacchi lavorati esteri di varie marche (pari a circa 365 mila pacchetti), distribuite lungo l’intera lunghezza dell’autoarticolato e, attese le risultanze investigative emerse, i soggetti individuati quali responsabili sono stati condotti presso la casa circondariale di Salerno – Fuorni. Le investigazioni hanno confermato come l’attività illecita del contrabbando di tabacchi lavorati esteri, in costante ripresa sul territorio campano, costituisce, nell’ambito delle attività illegali, uno dei settori più remunerativi.

Condividi:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *