Novanta migranti su un gommone alla deriva al largo della Libia, in zona una nave della marina militare per cercare di salvarli, una bimba di 5 anni è morta

La nave “Cigala Fulgosi” della marina militare è intervenuta in soccorso di circa 90 migranti a bordo di un gommone che da mercoledì si trova in difficoltà al largo della Libia. L’intervento, secondo quanto si apprende da fonti qualificate, è stato deciso perché le condizioni meteo sono in peggioramento, l’imbarcazione si trova senza motore e in precarie condizioni di galleggiamento. Al momento non ci sono conferme di eventuali vittime a bordo.

Secondo quanto riferito da Alarm Phone, il servizio telefonico al quale si rivolgono le imbarcazioni che hanno problemi nel mar Mediterraneo, una bimba di 5 anni sarebbe morta a bordo del gommone in difficoltà, sul quale ci sarebbero in tutto 15 bambini, il più piccolo di 9 mesi. Il gommone versava in condizioni critiche, si sarebbe sgonfiato imbarcando acqua. “Alle 9:05 abbiamo parlato con i migranti e anche se la connessione telefonica era pessima abbiamo capito che un’operazione di salvataggio è stata lanciata dalla marina italiana. Se è vero, il salvataggio è stato lanciato 24 ore dopo che le autorità sono state avvisate la prima volta”. Lo comunica Alarm Phone su Twitter. “Hanno spostato i bambini nel lato dove c’è meno acqua – scriveva nella notte Alarm Phone -. Una delle 20 donne è incinta e sta male”.

Condividi:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *