Estate di musica e cinema nella ex base Nato Napoli

Nel solco del processo di riconversione gia’ avviato, l’ex area Nato di Napoli si trasforma da base militare a base della cultura e spazio di intrattenimento aperto alla citta’. Dal primo giugno al 28 luglio l’ex presidio militare di Bagnoli, oggi parco San Laise, ospitera’ momenti di musica, teatro, cinema, food e divertimento per bambini e famiglie nell’ambito dell’iniziativa promossa da Regione Campania e fondazione Banco Napoli per l’assistenza all’infanzia, con la partnership di privati e istituzioni culturali che operano sul territorio. Per l’open day e’ prevista una serata a ingresso libero, mentre dal 2 giugno nella piazza principale della struttura saranno pienamente operativi il mercatino e gi spazi dedicati al food. Quattro i concerti previsti, con Luche’, Calcutta, Gazzelle e Carl Brave, mentre per la sezione cinema, con un doppio schermo nell’Arena flegrea, saranno proiettati 23 film, tra cui ‘Bohemian Rhapsody’, ‘Santiago, Italia’ e La paranza dei bambini. Il cartellone teatrale si articola in due spazi, Teatro in cortile e la Rassegna di teatro amatoriale, con la direzione artistica di Titaniateatro.

Tra giugno e luglio si alterneranno opere classiche rivisitate, come ‘Zingari’ di Raffaele Viviani, e spettacoli realizzati da realta’ del territorio, tra cui Zerottantuno, Teatri associati di Napoli e Officine kulturali aurunke. Ogni sabato sara’ proposto un viaggio sensoriale tra suono e immagini, che portera’ idealmente i visitatori in nove citta’ del mondo che rappresentano la musica internazionale, attraverso un ospite musicale e un lavoro di videomapping. “Non e’ una proposta di movida ma di cultura – spiega Patrizia Stasi, presidente di Banco Napoli per l’Assistenza al”infanzia – Abbiamo curato anche l’aspetto sociale con un’area gioco attrezzata per bimbi e famiglie, oltre a luoghi di ritrovo come la piazza principale e la piscina”. Il presidente della Regione, Vincenzo De Luca, sottolinea che Bagnoli rappresenta “una delle aree piu’ significative della citta’, uno spazio di grandissimo interesse che registra gia’ oggi interventi per le produzioni televisive e cinematografiche. Stiamo ragionando come Regione per fare di quest’area uno dei poli di riqualificazione urbana e urbanistica di Napoli”. Tornando sul tema della movida, De Luca ritiene che vada trovato “un punto di equilibrio per valorizzare le attivita’ economiche evitando eccessi e cafoneria. Va bene la movida – aggiunge – ma non possiamo far venire l’esaurimento nervoso alle persone che abitano in quel quartiere”. 

Condividi:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *