Bimba ferita a Napoli, Armando Del Re resta in carcere, il gip ha convalidato il fermo, si attende ora la decisione per il fratello 18enne arrestato a Nola per tentato omicidio aggravato

Il giudice per le indagini preliminari Alessandro Buccino Grimaldi del Tribunale di Siena ha emesso misura di ordinanza di custodia cautelare in carcere per Armando Del Re, il 28enne accusato di avere aperto il fuoco in piazza Nazionale lo scorso 3 maggio allo scopo di ammazzare il 32enne Salvatore Nurcaro. Nell’agguato è rimasta gravemente ferita la piccola Noemi di 4 anni, le cui condizioni sono in ripresa. L’udienza di convalida del fermo si era svolta sabato scorso e il gip si era riservato di decidere.  Proseguono le indagini per inquadrare il movente dell’agguato.

Intanto Antonio Del Re, 18anni, sara’ ascoltato a Napoli dal gip per la convalida del fermo disposto dalla Dda partenopea. E’ il fratello di Armando, il 28enne che avrebbe fatto fuoco in piazza Nazionale ferendo per sbaglio una bimba di 4 anni, sua nonna e Salvatore Nurcaro, il 32enne pregiudicato reale bersaglio del raid. Antonio e’ stato arrestato a Nola con l’accusa di concorso in tentato omicidio aggravato come il fratello, perche’ avrebbe con lui pianificato l’agguato e lo avrebbe protetto nella fuga durante i primi sei giorni di indagine serrata di polizia, carabinieri e guardia di finanza. 

Condividi:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *