I social hanno un impatto minimo sugli adolescenti, lo rivela uno studio dell’Università di Oxford

A differenza di quanto molti studi hanno affermato, l’impatto dei social media sulla soddisfazione della vita degli adolescenti e’ molto limitato. Probabilmente “minimo”. La famiglia, gli amici e la scuola hanno un impatto maggiore sul benessere. Queste, in estrema sintesi, le conclusioni di uno studio dell’Universita’ di Oxford pubblicato sulla rivista Pnas. Lo studio, che ha coinvolto 12mila adolescenti nel Regno Unito, tenta di rispondere alla domanda se gli adolescenti che usano i social media piu’ della media siano meno soddisfatti della propria vita, o se gli adolescenti meno soddisfatti utilizzino piu’ social media. La risposta sembra molto chiara, rispetto ai molti studi sull’argomento che presentano risultati contrastanti. I ricercatori hanno scoperto che la maggior parte dei legami tra soddisfazione della vita e uso dei social media sono “banali”, cioe’ rappresentano meno dell’1 per cento del benessere di un adolescente – e che l’effetto dei social media non e’ una strada a senso unico. “Il 99,75 per cento della soddisfazione di una persona non ha nulla a che fare con il loro uso dei social media”, dice Andrew Przybylski, uno degli autori dello studio. “I genitori non dovrebbero preoccuparsi del tempo trascorso sui social media. Pensare in questo modo e’ sbagliato”, continua il ricercatore. “I risultati non mostrano prove di grande preoccupazione”, conclude.

Condividi:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *