Napoli, il boss Cosimo Di Lauro condannato all’ergastolo, fu il mandante dell’omicidio di un affiliato agli scissionisti nella prima faida di Scampia

Condanna all’ergastolo per il boss Cosimo Di Lauro: i giudici della Corte d’Assise di Napoli hanno riconosciuto il ras di Secondigliano, figlio di Paolo Di Lauro, soprannominato “Ciruzzo ‘o milionario”, colpevole di avere ordinato l’agguato in cui morì Mariano Nocera, ritenuto affiliato alla famiglia scissionista degli Abbinante. L’omicidio si consumò il 2 settembre del 2004, un mese prima dell’agguato mortale a Fulvio Montanino e Claudio Salierno che sancì l’inizio della prima faida di Scampia e Secondigliano tra i Di Lauro e l’ala scissionista guidata dagli Amato-Pagano. La Corte ha accolto le richieste avanzate dai pubblici ministeri dell’Antimafia Maurizio De Marco e Alessandro D’Alessio.

Condividi:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *