Paura su un aereo passeggeri, un Boeing va fuoripista e finisce in un fiume

Un aereo passeggeri è andato oltre la pista ed è scivolato in un fiume, nella Base aerea navale di Jacksonville, in Florida. L’incidente è avvento nella tarda serata di venerdì. Tutte le persone presenti sull’aereo “risultano all’appello e sono vive”, ha riferito l’ufficio dello sceriffo di Jacksonville. L’aereo era un Boeing 737 proveniente dalla Stazione navale Usa di Guantanamo Bay, a Cuba.  A bordo c’erano 143 persone, tra passeggeri ed equipaggio. L’aereo, che ha tentato l’atterraggio durante una tempesta, si è fermato in acque poco profonde si legge sul Guardian’.  Una passeggero ha riferito alla Cnn che l’atterraggio del Boeing, partito con quattro ore di ritardo, è stato “davvero ostico” tra fulmini e tuoni. Una volta atterrato, “ha rimbalzato” ha detto ancora aggiungendo: “Era chiaro che il pilota non aveva il controllo totale dell’aereo, ha rimbalzato di nuovo”. Un’esperienza “terrificante”, ha sottolineato la donna riferendo di aver battuto la testa.

Condividi:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *