La disperazione di una influencer dopo la chiusura del suo account Instagram

Nel 2019 la cancellazione di un profilo su Instagram può portare una persona a una disperazione così grande da avere una reazione a dir poco “spropositata”. Jessy Taylor una “influencer” ha pubblicato un video su Youtube nel quale, piangendo, si lamenta della sparizione dell’account Instagram grazie al quale, con tanto “duro lavoro”, aveva raccolto un seguito personale di quasi 115mila persone.

Alcune persone hanno però segnalato il profilo di Jessy, riportandolo come profilo spam e il social network di proprietà di Facebook lo ha chiuso, senza troppi complimenti. La sua reazione è stata piuttosto isterica, così tanto da far venire il dubbio a molti utenti: non è che lo sta facendo apposta per farsi pubblicità e per ricominciare ad accumulare seguito? Indipendentemente da queste tesi, è evidente che siamo piombati nel punto più profondo dell’era della visibilità: se sei giovane e vuoi fare successo senza lavorare, devi essere sui social a fare la vita da influencer, allora dobbiamo dare ragione a Vittorio Sgarbi con la sua definizione del termine?

Condividi:
  • 7
    Shares

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *