Tassi usurai del 20% ai commercianti, tre ordinanze eseguite dai carabinieri tra Napoli e Caserta dopo la denuncia di una vittima

Un’ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari e due obblighi di presentazione alla polizia giudiziaria sono stati notificati dai carabinieri di Marcianise (Caserta) a tre presunti usurai residenti a Sant’Arpino, nel Casertano e nei comuni partenopei di Melito e Casavatore. Agli arresti è finito un 43enne; le misure sono state emesse dal gip del Tribunale di Napoli Nord su richiesta della Procura. Per gli inquirenti gli indagati avrebbero prestato sin dal 2015 somme di danaro applicando tassi usurai, pari al 20%, ad almeno dieci vittime, tra commercianti e privati cittadini; è stata proprio una delle vittime ad abbattere il muro di omertà denunciando, nel settembre 2018, i presunti strozzini ai carabinieri. Le indagini hanno subito riscontrato l’ampiezza del fenomeno; peraltro i tre indagati erano incensurati.

Condividi:
  • 5
    Shares

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *