Allarme cyberbullismo a Battipaglia (Salerno), una minorenne è stata adescata in rete, i genitori presentano una denuncia in Procura

Hanno utilizzano profili social non reali o anche siti internet, collegati ai social, per restare anonimi ed inviare, soprattutto a ragazze minorenni messaggi sconci, minacce e ingiurie. Il caso arriva da Battipaglia dove una famiglia si è rivolta alla Procura della Repubblica per denunciare l’accaduto. Gli inquirenti dovranno accertare se si è in presenza dell’ennesimo caso di cyberbullismo. La minorenne ha raccontato ai genitori di aver ricevuto frasi contenenti le molestie che le hanno provocato un forte stato di ansia. Lo scrive Il Mattino oggi in edicola

Spesso le ragazze molestate preferiscono chiudersi nel silenzio e non confidarsi con i genitori o peggio assecondano le richieste dei molestatori come ha fatto una minorenne molestata da un 32enne del posto che le inviava messaggi e richieste sconce. L’uomo ha il doppio degli anni della ragazza, e i due si sono scambiati foto scabrose. Nei giorni scorsi, ha ricevuto un avviso di conclusione delle indagini per prostituzione minorile, adescamento di minori e detenzione di materiale pedopornografico. (Rassegna stampa – Salernonotizie)

Condividi:
  • 7
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  
    7
    Shares

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *