Napoli, lite per l’affidamento del figlio, calci e pugni alla ex compagna, 28enne arrestato dai carabinieri

Picchia la ex e poi chiama il 112 dicendo che era stato aggredito: arrestato dai carabinieri. In manette un 28enne di vico Spicoli, già condannato per maltrattamenti in famiglia nel 2016 e che ha un bambino con la ex compagna 27enne. L’affido del piccolo è fonte di continue liti. Dopo l’ennesimo scontro  in piazza del Carminelui ha picchiato la ragazza a calci e pugni. La donna, trasportata al Loreto Mare, ha riportato lesioni guaribili in 30 giorni. I carabinieri del nucleo radiomobile sono intervenuti perché era stato proprio il 28enne a chiamare il 112 dicendo che i familiari della ex lo avevano aggredito. Sul posto, però, è stata accertata la verità: era stato lui a picchiare la ex e poi aveva avuto una discussione con i parenti di lei. Il giovane è stato bloccato con l’accusa di lesioni personali: durante il rito direttissimo, il giudice ha convalidato l’arresto applicando la misura cautelare del divieto di dimora a Napoli.

Condividi:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *