Infermiere napoletano in servizio all’ospedale di fano salva un bambino che stava soffocando con una fascetta al collo

Gesto eroico è stato quello compiuto da Pasquale De Rosa, infermiere napoletano in servizio a Fano.Il ragazzo 34enne ha salvato la vita ad un bambino di 5 anni che stava praticamente soffocando. La vicenda è accaduta a Fano, presso il fiume Metauro. Il giovane che per caso stava percorrendo quella strada in compagnia della moglie si è visto palesarsi davanti agli occhi una scena drammatica:una madre che urlava disperata mentre teneva stretto il figlioletto quasi morto. Il bambino per gioco si era stretto intorno al collo una fascetta di plastica, tanto stretta che non gli permetteva più di respirare. L’infermiere senza pensarci un attimo è intervenuto, cercando prima di liberare la morsa mortale con una forbice, come riporta il Corriere Adriatico.it, che si è rotta e poi con un coltello cercando di prestare massima attenzione a non ferire il bambino.

Per fortuna il suo gesto eroico ha salvato la vita del piccolo, che è stato comunque trasportato in ospedale per degli accertamenti. Ma è praticamente fuori pericolo e sta bene. Non è la prima volta che il giovane Pasquale si rende protagonista di tali gesti. Già 5 anni fa salvò la vita ad un altro bimbo che stava soffocando con del cibo e grazie ad una manovra corretta, salvò la vita anche di questo bimbo scongiurando la tragedia. (Rassegna stampa – Vesuviolive)
Condividi:
  • 67
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  
    67
    Shares

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *