30enne di Fisciano ha tentato di togliersi la vita, salvato da un passante

Aveva perso nel giro di un mese prima il padre e poi lo zio un dolore insopportabile per le due perdite ravvicinate alla base del tentativo di suicidio di un 30enne di Fisciano che ha provato a togliersi la vita tagliandosi le vene. Il giovane è stato salvato in extremis da un passante che ha dato l’allarme permettendo ai soccorsi di intervenire in tempo. A scriverlo Il Mattino oggi in edicola. E’ accaduto nella serata di martedì. Il giovane si era tagliato le vene, poi avrebbe provato a portare a termine il suo intento cercando la morte con il gas. Fortunatamente la bombola era vuota. (Rassegna stampa – Salernonotizie)

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *