Uno studio condotto da un team di ricerca dell’INGV, Università Sapienza di Roma e CNR evidenzia che la sequenza sismica dell’Italia Centrale iniziata nell’agosto del 2016 ha comportato un particolare spostamento del terreno