Ruba lo zaino a un sacerdote all’aeroporto di Fiumicino, arrestato dalla Guardia di finanza

 I finanzieri del Comando provinciale di Roma hanno arrestato un 30enne cittadino francese sorpreso a derubare un ignaro turista in arrivo all’aeroporto “Leonardo da Vinci”. Durante un pattugliamento all’interno della sala arrivi aperta al pubblico del “Terminal 3”, le fiamme gialle del Gruppo di Fiumicino sono state insospettite dai movimenti rapidi ma circospetti di quello che appariva un comune passeggero in transito nello scalo capitolino, che si aggirava nei pressi dell’area informazioni: in realta’ era impegnato a scegliere la sua vittima, nella circostanza intenta ad organizzare l’ultima parte del suo viaggio e distratta da una telefonata. Il malvivente – dopo aver sottratto con destrezza uno zaino dal carrello bagagli di un sacerdote proveniente dal Vietnam – ha cercato di dileguarsi velocemente tra la folla ma e’ stato inseguito e raggiunto dai militari che lo hanno bloccato e arrestato. L’uomo, che non e’ risultato avere precedenti di polizia, aveva scelto con estrema cura il suo obiettivo: lo zaino rubato conteneva infatti due personal computer di ultima generazione, un tablet e denaro contante, per un valore complessivo di circa 7.000 euro. L’arresto – sottolinea la Guardia di finanza – e’ “frutto della costante e capillare attivita’ di controllo attuata dai militari del Corpo, nel complessivo sistema di sicurezza assicurato unitamente alle altre forze di polizia, per la tutela delle oltre 150 mila persone che, tra passeggeri e operatori, frequentano quotidianamente lo scalo romano”.

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *