Brescia, anziana trovata morta in casa, è omicidio, dall’autopsia sono emersi segni di strangolamento

La Procura di Brescia ha aperto un’inchiesta per omicidio relativamente ad una anziana, Diva Borin, trovata morta in casa nei giorni scorsi a Urago Mella, nel Bresciano. Dall’autopsia sono emersi segni di strangolamento. La donna, 86 anni, viveva da sola, aveva un nipote e un uomo che la aiutava in casa: si tratta di un dipendete di un supermercato che la assisteva. E’ stato lui a lanciare l’allarme quando sabato scorso è entrato nell’abitazione e ha trovato la donna riversa sul pavimento. “Io sono tranquillo. Ci sono le indagini”, ha dichiarato l’uomo.

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *