Morto Keith Flint il cantante dei Prodigy, il cadavere del 49enne trovato in casa. Si tratterebbe di un suicidio

È morto Keith Flint, il cantante dei Prodigy. E’ stato trovato senza vita nella sua casa di Dumnow, nell’Essex, in Inghilterra. Aveva 49 anni. La polizia è stata chiamata subito dopo le 8 ora locale (le 9 in Italia), e non ha potuto fare altro che constatare il decesso del cantante. Flint si sarebbe suicidato: a rivelarlo il collega Liam Howlett dal profilo ufficiale del gruppo: «Non posso crederci, nostro fratello Keith si è suicidato nel week end», ha scritto condividendo una foto del cantante. «La morte non viene considerata sospetta e verrà preparato un dossier per il medico legale», hanno detto i poliziotti citati dalla Bbc. Flint era da poco tornato nel Regno Unito da un tour in Australia, e doveva iniziarne un altro negli Stati Uniti a maggio. Flint, cantante e ballerino, era uno  dei cofondatori del gruppo britannico diventato famoso negli anni ’90. The Prodigy, insieme a Chemical Brothers e Fatboy Slim, sono stati tra i maggiori esponenti del big beat degli anni novanta. A partire dalla seconda metà degli anni novanta i singoli e gli album del gruppo hanno iniziato ad avere un’influenza sempre più significativa sulla musica elettronica.

Condividi:
  • 3
    Shares

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *