Sul corpo della donna trovata morta in casa lo scorso gennaio a Napoli riscontrati segni di fendenti, indagano i carabinieri

Sono i carabinieri di Napoli ad indagare sull’uccisione di Rosa Trapani, la pensionata di 67 anni, trovata morta lo scorso 18 gennaio nella sua abitazione a pochi passi da piazza Garibaldi, a Napoli. Come riporta oggi “Il Mattino” la donna è stata uccisa con due fendenti e non per un malore. La morte, inoltre, risalirebbe a un paio di giorni prima del ritrovamento del cadavere da parte di alcuni familiari della vittima che non avendo sue notizie decisero, dopo averla chiamata più volte al telefono, di fare un sopralluogo nella abitazione trovando la loro congiunta riversa sul letto. La porta non presentava segni di effrazione e né era chiusa a chiavi. I familiari comunque avvisarono le forze dell’ordine. La donna era molto conosciuta e stimata nel quartiere. Saranno gli esiti dell’esame medico legale a dire a quando risale con precisione la data della morte. Ad assistere i familiari della vittima è l’avvocato Carmine Gatto.

Condividi:
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  
    1
    Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *