Confermato l’arrivo di venti molto forti con tracollo delle temperature. Attenzione a mettere in atto tutte le cautele per evitare danni a persone e cose dovuti alle raffiche di vento

Confermato dall’alba di domani l’arrivo di venti freddi direttamente dalla Russia nel fine settimana, che vedrà un sussulto dell’Inverno anche sull’Italia” – lo dice il meteorologo di 3bmeteo.com Edoardo Ferrara che spiega – “il potente e anomalo anticiclone di questi giorni si sbilancerà temporaneamente sul Nord-Ovest Europa favorendo la discesa di gelide correnti dalla Siberia verso Russia europea, Ucraina, Polonia, Balcani, Grecia e Turchia occidentale. Su queste aree l’Inverno tornerà a ruggire con drastico calo termico, forti venti da Nordest e neve anche in pianura o fin sulle coste. Parte dell’irruzione fredda interesserà anche l’Italia tra sabato e domenica, colpendo soprattutto il Centrosud; non sarà nulla di eccezionale ma comunque una importante variazione rispetto a questi giorni simil-primaverili.” “L’irruzione fredda sarà accompagnata da venti anche forti di grecale, che soffieranno a partire dall’Adriatico con raffiche anche di oltre 70-80km/h e determineranno un netto calo delle temperature” – avverte Ferrara di 3bmeteo.com.

WARNING: considerata l’intensità del vento che in Campania spirerà da N/NE (Grecale-Tramontana) tra i 35 a punte di 70 Km orari, è opportuno prestare la massima cautela a chi si sposta a piedi in strada, e a porre in atto tutte le misure di prevenzione mettendo in sicurezza su terrazzi, balconi e terreni oggetti, suppellettili, piante e quant’altro possa essere danneggiato o spazzato via dal vento. Per chi viaggia in auto è  importante moderare la velocità e prestare attenzione a eventuale materiale accidentalmente caduto in strada. Per i collegamenti marittimi ci potranno essere disagi soprattutto nelle manovre di ormeggio nei porti di Capri e Sorrento e sulle coste esposte, per cui non si escludono cancellazioni di corse sia di mezzi veloci che lenti. Per i diportisti è consigliabile il rinforzo degli ormeggi nei porti maggiormente esposti.

 

 

Condividi:
  • 16
    Shares

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *