Deposito con articoli provenienti dalla Cina e spacciato come made in Italy scoperto e sequestrato dalle Fiamme Gialle, due denunce

La guardia di finanza ha scoperto un deposito, a San Mauro Torinese, dove sono stati sequestrati oltre 150mila articoli per hobbystica e autoriparazioni, tutti riportanti false indicazioni merceologiche e sprovvisti di certificazioni di conformità. Gran parte dei prodotti, realizzati in Cina, venivano spacciati per italiani o svizzeri. L’operazione è iniziata qualche mese fa in occasione di un sequestro di materiale in un negozio nel quartiere di Porta Palazzo, a Torino. Due i soggetti coinvolti, entrambi di origine marocchina, gestori dell’attività che si occupava di importare i prodotti dalla Cina. Tra la merce sequestrata anche centinaia di articoli per la casa con etichette false ‘Made in France’ e accessori d’abbigliamento con marchi contraffatti di note case stilistiche italiane. I due imprenditori sono stati denunciati per frode in commercio, contraffazione marchi e ricettazione.

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *