Era il 12 febbraio del 1987 quando Angela Giussani ci lasciava. Aveva ideato il famoso personaggio dei fumetti Diabolik

Ricordando Angela Giussani, ideatrice del famoso personaggio dei fumetti Diabolik – il primo fumetto nero italiano formato tascabile. Scomparve 32 anni fa.

Angela venne successivamente affiancata nella stesura delle storie dalla sorella Luciana Giussani; entrambe vi hanno poi dedicato tutta la loro vita professionale. Angela nasce a Milano il 10 giugno 1922; dopo avere fatto per un certo periodo la modella, sposa nel 1946 l’editore Gino Sansoni e lavora nella casa editrice del marito occupandosi di una collana che pubblica libri per ragazzi. Si licenziò poi dalla casa editrice Astoria per potersi dedicare a progetti propri e con la liquidazione fondò l’Astorina in una porzione del vasto appartamento che ospitava l’Astoria il quale aveva una seconda entrata che dava nella cucina e che Angela chiese al marito di poter usare come studio per i disegnatori. Dopo il fallimento del primo tentativo – la pubblicazione di un fumetto con le avventure di un pugile, Big Ben Bolt – durato solo due anni, ci riprova con un nuovo personaggio nato dalla lettura di un romanzo di Fantômas ritrovato casualmente su un treno. Nel novembre 1962 viene pubblicato il primo numero di Diabolik con la trama scritta dalla stessa Angela. Sarà l’inizio di una lunga serie di successi.

Le sorelle Giussani dichiararono pubblicamente di essersi ispirate a un fatto di cronaca nera accaduto a Torino per ideare il loro personaggio. Mercoledì 26 gennaio 1958 un uomo era stato brutalmente ucciso e il suo assassino s’era firmato Diabolich, sfidando la polizia attraverso lettere e indovinelli. Resta alla memoria come l’assassino di via Fontanesi. Dopo tredici numeri del nuovo fumetto, Angela chiama a lavorare con sé la sorella Luciana, diplomata da poco ad una scuola tedesca e poi impiegata in una fabbrica di aspirapolveri; insieme iniziano ad occuparsi della casa editrice e a scrivere a quattro mani le avventure rocambolesche del “Re del terrore”.

Il 12 febbraio 1987 Angela muore a quasi 65 anni, e Luciana continua a gestire da sola la casa editrice, lasciando, nel 1992, però, la conduzione di Diabolik, e, nel 1999, anche l’Astorina, continuando a scrivere però le storie del suo celebre fumetto (la sua ultima storia di Diabolik è del dicembre 2000: “Vampiri a Clerville”). Muore nel marzo 2001 a 73 anni.

Condividi:
  • 1
    Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *