Gb, trovato il corpo nel relitto dell’aereo di Emiliano Sala

E’ stato rivenuto un corpo nel relitto dell’aereo di Emiliano Sala, ritrovato sul fondo del canale della Manica a due settimane dalla scomparsa. Lo hanno riferito gli investigatori britannici: “Tragicamente in un video ripreso dal Rov (sottomarino a comando remoto) e’ visibile un occupante tra i rottami”. Il Piper Malibu sul quale viaggiava il 21 gennaio scorso il calciatore argentino di origini italiane, insieme al pilota David Ibbotson, e’ stato individuato domenica mattina a nord di Guernsey da una nave di ricerca incaricata dalla famiglia Sala.

Gli investigatori britannici della Aaib hanno fatto sapere che stanno “considerando i prossimi passi, consultandosi con le famiglie del pilota e del passeggero e con la polizia”. Secondo le immagini diffuse, il relitto del Piper su cui viaggiava Sala si trova a 67,7 metri di profondita’ nel Canale della Manica. La famiglia del giocatore argentino di origini italiane ha accolto scioccata la notizia del ritrovamento del piccolo aereo. “Non ci posso credere, e’ un brutto sogno”, ha commentato il padre, Horacio, prima che si venisse a sapere del rinvenimento di un cadavere tra i rottami. Le ricerche erano state interrotte alcuni giorni dopo che si erano persi i contatti con il Piper, ma la famiglia Sala aveva lanciato un crowfunding per racimolare il denaro necessario per dare l’incarico a una nave specializzata. Ieri il capitano dell’imbarcazione, David Mearns, ha annunciato di aver individuato i rottami dell’aereo, poche ore dopo aver iniziato a battere la zona. “Questo e’ il miglior risultato che potessimo sperare per le famiglie”, ha commentato a Sky News dopo il ritrovamento. (Rassegna stampa – Agi)

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *