Avellino, sequestrati 100mln di euro al patron del basket e del calcio, non versava debiti tributari per darle alle squadre

La Guardia di Finanza di Avellino ha eseguito un sequestro preventivo di urgenza, per una somma complessiva di 100 milioni di euro, nei confronti di Gianandrea De Cesare, di fatto patron della Sidigas, l’azienda che distribuisce il gas metano in Irpinia, e del gruppo d’imprese a lui riconducibili. Tra queste anche la Scandone Basket, di cui De Cesare è presidente dal 2012, e l’Us Avellino, la squadra di calcio promossa quest’anno in Serie C che venne rilevata l’anno scorso.     Si ipotizzano false comunicazioni sociali, omesso versamento dell’Iva, sottrazione fraudolenta al pagamento delle imposte. Secondo gli accertamenti svolti dalle Fiamme Gialle e di un consulente nominato dalla Procura, De Cesare avrebbe “sistematicamente omesso il versamento di debiti tributari distraendoli verso altri patrimoni sociali nella sua piena disponibilità”. Tra i destinatari delle risorse sottratte al fisco, anche la squadra di basket e quella di calcio.

Condividi:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *