Napoli, picchia madre e sorella per i soldi della droga, arrestato dai carabinieri

Pretende dalla madre e dalla sorella i soldi per acquistare le dosi giornaliere di droga ma, al rifiuto delle due donne, inizia a picchiarle. È finito così in manette un 30enne tossicodipendente, arrestato dai carabinieri di Scampia in via Labriola, nella zona popolare denominata 167, con l’accusa di estorsione e maltrattamenti in famiglia. A chiamare i militari dell’Arma sono state proprio la madre 54enne e la sorella 27enne, che il tossicodipendente aveva aggredito fisicamente e minacciato di morte, procurando alle due donne vari traumi e contusioni. I carabinieri hanno appurato che in più occasioni si erano verificati casi analoghi di violenza ai danni delle due donne, con condotte vessatorie sulle vittime.

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *