Scoperto il “motore” che fa moltiplicare il Covid-19, un risultato che permette di mettere a punto farmaci mirati

E’ stata scoperta la struttura del motore molecolare di Covid-19 che permette al virus di moltiplicarsi. Il risultato, pubblicato su Science, rende più facile mettere a punto farmaci mirati. Il motore è l’enzima polimerasi nsp12, lo stesso che è il bersaglio dell’antivirale Remdesivir utilizzato contro il nuovo coronavirus, ma nato come arma contro l’Ebola. Autore della ricerca è il gruppo di Yen Gao, dell’università Tsinghua di Pechino. Da un lato, osservano gli autori della ricerca, conoscere la struttura dell’enzima permetterà di verificare se il remdesivir è effettivamente in grado di bloccare la replicazione del virus SarsCoV2; dall’altro accelererà la ricerca su nuovi farmaci antivirali specifici, progettati per combattere Covid-19, indispensabili per arginare la pandemia. Finora del virus SarsCoV2 era stata scoperta la struttura della sua principale arma, la proteina Spike, e della parte di quest’ultima chiamata Rbd, che si lega alla porta d’ingresso del virus nella cellula, il recettore Ace2. Con questo nuovo risultato adesso e’ nota anche la struttura dell’enzima che permette al nuovo coronavirus di duplicare il suo materiale genetico, l’Rna, e di moltiplicarsi.

Condividi:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.