Armi ed estorsioni, arresti a Gallipoli, cinque persone finite in carcere in attesa dell’attivazione del braccialetto elettronico

Personale della Questura di Lecce ha eseguito nella notte sei ordinanze di custodia cautelare ai domiciliari firmate dal gip di Lecce su richiesta della locale Procura. Le ordinanze sono state notificate a sei persone, tutte di Gallipoli: tre sono state arrestate per la detenzione di armi clandestine, e altre tre perché accusate di essere coinvolte nella ‘guerra’ per il controllo del servizio navette (Ncc) durante il periodo estivo. Cinque dei sei arrestati sono stati portati in carcere in attesa dell’attivazione del braccialetto elettronico.

Condividi:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.