Tre arresti dei carabinieri per estorsione, in manette appartenenti a un clan del Catanese, vittime due imprenditori etnei

Carabinieri della compagnia di Paternò stanno eseguendo ad Adrano un’ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di tre persone accusate dalla Procura distrettuale di Catania, a vario titolo, di estorsione aggravata dal metodo mafioso. Gli indagati sono indicati come appartenenti al clan Santangelo, attivo nella zona, e considerato un’articolazione locale della ‘famiglia’ di Cosa Nostra catanese Santapaola-Ercolano. Le vittime sono due imprenditori etnei. Per convincerli a pagare e tacere sono stati gravemente intimiditi: “Se te ne vai dai carabinieri e li porti qua – è stata la minaccia rivolta a uno dei due – io li lego insieme a te nel paraurti della macchina e ci facciamo un giro per la strada!”.

Condividi:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.