Ambiente e rifiuti: Napoli, Maria De Marco presidente Asìa, “Differenziare è un processo culturale, abbiamo bisogno di prenderci cura di Napoli. In questo momento c’è bisogno di valorizzare l’azienda”

 In diretta a ‘Barba&Capelli’, trasmissione di Corrado Gabriele in onda su Radio CRC, è intervenuta Maria De Marco, nuova presidente Asìa: “E’ un punto d vista diverso di guardare  alla città, ai suoi servizi, per renderla più confortevole e vivibile. I muscoli non sempre sono la parte migliore della vita, noi abbiamo bisogno di prenderci cura di Napoli. Scampia? Abbiamo, con l’assessore del Giudice, prima ancora di questo incarico, abbiamo mantenuto un polso fermo sulla raccolta dei rifiuti, nonostante ci siano stati dei problemi di accumulo. Scampia non viene mai dimenticata, i suoi problemi vengono portati costantemente dinanzi all’amministrazione. I risultati devono rientrare in un’attenzione ancora più efficace. La mia nomina è una nomina politica, si cerca di dare una risposta che non sia solo aziendale. In questo momento c’è bisogno di valorizzare un’azienda, fatta di teste e di volontà, è un’azienda strategica e deve poter essere amministrata, al di là della gestione, anche nella concezione politica, che è quella della missione.Se vogliamo dare un’accezione negativa al termine politica, dobbiamo accettarla così. Differenziare è un processo culturale. La questione curriculum? Mi sembra una storia prettamente maschile, che faccia ispirazione al “chi ce l’ha più lungo””.

Condividi:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *