Resta in carcere il proprietario della cascina esplosa in provincia di Alessandria e che ha causato la morte di tre vigili del fuoco

Resta in carcere Giovanni Vincenti il proprietario della cascina di Quargnento esplosa nella notte tra lunedì e martedì scorsi che ha causato la morte di tre vigili del fuoco e il ferimento di due colleghi e di un carabiniere. Il gip di Alessandria ha convalidato il fermo e disposto la misura di custodia cautelare in carcere. Nell’udienza di convalida, sabato pomeriggio in carcere ad Alessandria, Vincenti assistito dai suoi legali, aveva confessato, così come aveva fatto nella notte precedente ai carabinieri, di essere stato lui a organizzare l’esplosione della cascina per incassare il premio dell’assicurazione ma aveva ribadito che non c’era nel gesto alcuna volontà di uccidere.

Condividi:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *