Melito di Napoli: scoperta dalla Guardia di Finanza di Napoli una fabbrica di profumi con marchi contraffatti. Al suo interno una vasta produzione con macchinari altamente performanti

Il Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Napoli, nel quadro dell’intensificazione dei servizi a contrasto dei traffici illeciti, ha sottoposto a sequestro, in Melito di Napoli (NA), un opificio clandestino perfettamente allestito con strutture e macchinari altamente performanti, per il confezionamento di profumi recanti marchi contraffatti.
In particolare, a seguito della costante attività di controllo economico del territorio, gli specialisti del Gruppo Tutela Mercato Beni e Servizi del Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria, hanno accertato che nella fabbrica, ubicata nel piano seminterrato di un edificio destinato all’edilizia popolare e già sottoposto a sequestro nel novembre del 2016, era ripresa la propria attività clandestina.
Infatti, all’atto del controllo, i finanzieri hanno riscontrato la rimozione dei sigilli apposti all’epoca del sequestro e constatato che, all’interno del locale, erano state allocate nuove attrezzature per il confezionamento e l’etichettatura di prodotti di profumeria. Nel complesso le attività hanno consentito di sottoporre a sequestro oltre 900 confezioni di profumo in procinto di essere immesse sul mercato del falso, delle più note griffes nazionali e internazionali, nonché oltre 100.000 etichette dei medesimi marchi.

Due soggetti, originari della provincia di Napoli, sono stati denunciati all’Autorità Giudiziaria per contraffazione e per aver rimosso i sigilli apposti all’atto del sequestro eseguito nel 2016.
Continua senza sosta l’azione della Guardia di Finanza di Napoli a contrasto della contraffazione, un fenomeno sempre florido in Campania, che costituisce un moltiplicatore di illegalità, alimenta i circuiti sommersi del “lavoro nero”, dell’immigrazione clandestina, dell’evasione fiscale e del riciclaggio di denaro “sporco”.
L’obiettivo delle Fiamme Gialle, nello specifico comparto della tutela del mercato dei beni e servizi, è quello di disarticolare l’intera filiera distributiva delle merci contraffatte e risalire ai poli produttivi e assicurare alla Giustizia i responsabili.

 

Condividi:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *