Soprannominato “The King of Pop”, Michael Jackson avrebbe compiuto oggi 61 anni. Ancora vivo il ricordo e l’emozione per la sua scomparsa avvenuta dieci anni fa 

Michael Joseph Jackson avrebbe compiuto oggi 61 anni. E’ stato un cantautoreballerinocompositoreproduttore discografico e filantropo statunitense, mai dimenticato, che ancora oggi suscita grande emozione nel ricordarlo.

Soprannominato The King of Pop (Il Re del Pop), è divenuto una figura eminente nella cultura popolare per 45 anni grazie al suo contributo nella musica, nella danza e nello spettacolo. È uno dei pochi artisti ad essere stato inserito per due volte nella Rock and Roll Hall of Fame, una come solista e una come membro dei The Jackson 5; è stato inoltre inserito nella Songwriters Hall of Fame e nella Dance Hall of Fame, unico ballerino proveniente dal mondo pop e rock. Jackson ha vinto centinaia di premi, che fanno di lui l’artista performativo più premiato nella storia della musica. Tra questi figurano: 40 certificazioni nel Guinness dei primati, 15 Grammy Awards su 38 nomination (inclusi due Grammy alla carriera), 40 Billboard Awards, 26 American Music Awards, 16 World Music Awards e 14 singoli al numero uno negli Stati Uniti durante la sua carriera da solista, più di ogni altro artista maschile.

Jackson è riconosciuto come l’artista con il maggior successo commerciale di tutti i tempi dal Guinness dei primati. La vendita stimata di tutti i suoi album, dischi e singoli si aggira complessivamente intorno a un miliardo in tutto il mondo, il che lo rende uno degli artisti che hanno venduto di più nella storia della musica. Il suo album Thriller è in assoluto l’album più venduto al mondo, avendo superato i 100 milioni di copie certificate, di cui 33 milioni nei soli Stati Uniti, rendendolo l’album più venduto e più certificato nel Paese. I suoi altri progetti discografici, tra cui Off the WallBadDangerous e HIStory sono anch’essi catalogati tra gli album più venduti nel mondo mentre Blood on the Dance Floor è catalogato come l’album di remix più venduto nel mondo.

Nel 1997 un sondaggio popolare lo ha decretato come “uomo più famoso del pianeta”, mentre nel 2006 il Guinness lo ha dichiarato “indubbiamente il più famoso essere umano vivente”. Nel 2000, il Guinness dei primati riconosce a Jackson il supporto di 39 diverse associazioni di beneficenza, più di qualunque altro intrattenitore. Michael Jackson morì nel 2009 a soli 50 anni per infarto cardiaco causato da un’intossicazione acuta causata dall’anestetico propofol, somministrato, per alleviare l’insonnia dell’artista, dal medico Conrad Murray in seguito condannato per omicidio colposo.

Jackson vanta anche alcuni record postumi: nel 2014 diventa l’unico artista nella storia a essere entrato nella Top 10 della Billboard Hot 100 in cinque decenni differenti, mentre nel 2016 diventa l’artista scomparso con i maggiori guadagni della storia, per aver guadagnato più di 825 milioni di dollari in un solo anno. Jackson ha fatto parlare di sé anche per la sua vita privata, inclusi il suo cambio di aspetto (da nero divenne bianco a causa della vitiligine, sottoponendosi anche ad alcune operazioni di chirurgia estetica), le sue relazioni personali e le accuse di pedofilia, nonché per le iniziative umanitarie come la creazione di un’associazione benefica per difendere i diritti dei bambini e i diritti degli animali.

Condividi:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *