Interrogato il marito della giovane 30enne di Casoria (Napoli) morta dopo essere precipitata dal balcone di casa in Calabria dove stava trascorrendo le vacanze con la famiglia, la coppia avrebbe avuto un furioso litigio

Emergono nuovi tragici dettagli sulla morte di Annamaria Sorrentino, la 30enne di Casoria -residente a Nola – che era in vacanza in Calabria con marito e figli. La donna è precipitata dal terzo piano dell’abitazione a Parghelia, provincia di Vibo Valentia, dove la famiglia trascorreva la vacanze con amici tutti sordomuti. Secondo quanto riportato dal Fatto Vesuviano, ora la Procura di Vibo starebbe valutando la posizione del marito della donna. I vicini parlano infatti di un furioso litigio che ha preceduto la morte, avvenuto per l’intera giornata di Ferragosto. Uno dei vicini aveva anche chiamato i Carabinieri alle 3:30 del mattino. Un intervento che aveva placato gli animi per qualche ora, fino al pomeriggio del giorno successivo. La percezione della gravità la si è avuta immediatamente dopo il tonfo: il corpo di Annamaria è sbattuto prima su un parapetto, poi su un’auto. Il marito sarebbe stato già interrogato. (Rassegna stampa- Napolitoday)

Condividi:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.