Droga e munizioni da guerra in casa, arrestato dalla polizia a Napoli

Gli agenti della Polizia di Stato dell’Ufficio Prevenzione Generale hanno arrestato Vincenzo Ioime, 36enne napoletano, perché responsabile dei reati di detenzione di sostanze stupefacenti e  di munizionamento da guerra. I poliziotti hanno raggiunto l’abitazione dell’uomo, già sottoposto agli arresti domiciliari,  e hanno notato immediatamente la chiave di un  monolocale attiguo,  protetto da una porta blindata, dove hanno trovato un televisore collegato a quattro microcamere e sul tavolo tre dosi di cocaina del peso complessivo di circa 7 grammi, un bilancino di precisione, un coltellino, un rotolo di sacchetti bianchi e uno scovolino per la pulizia armi. Inoltre, sullo stesso tavolo sono stati trovati 225 euro suddivisi in banconote di vario taglio, 70 euro in monete e un telefono cellulare, mentre nel bagno accanto al water gli agenti hanno notato un foro dove all’interno sono stati trovati 5 proiettili cal.9×19 e 5 proiettili cal. 9×21 avvolti in due strofinacci da cucina. Indosso all’uomo sono stati rinvenuti anche due cellulari ed un microtelefono che consente di  modificare le voci nelle conversazioni. Il 36enne è stato arrestato e condotto presso la casa circondariale di Poggioreale.

Condividi:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *