Tragedia a Mirabilandia, un bimbo di quattro anni muore annegato, vani i tentativi di rianimarlo, deceduto prima dell’arrivo in ospedale. La Procura apre fascicolo per omicidio colposo

La Procura di Ravenna ha aperto un fascicolo per omicidio colposo in cooperazione, in relazione alla morte di un bimbo di 4 anni di Castrocaro, avvenuta a Ravenna, in una piscina nell’area ‘Mirabeach’. E’ stata disposta l’autopsia: si presume che sia annegato. Purtroppo sono stati inutili i tentativi di rianimarlo ed è arrivato all’ospedale di Ravenna già senza vita.  Intanto continuano le indagini dei carabinieri e della Procura per verificare eventuali negligenze nella sorveglianza del bambino e per chiarire la catena di responsabilità che ha portato alla tragedia al parco di divertimenti ‘Mirabilandia’ di Milano Marittima (Ravenna). In merito al tragico evento, scrive in una nota Riccardo Marcante, direttore generale del parco, “tutti noi dipendenti, collaboratori e manager di Mirabilandia vogliamo esprimere il nostro profondo dolore e la nostra vicinanza ai genitori e ai parenti per questa gravissima perdita. Siamo in stretto contatto con la famiglia che ha il nostro totale supporto. Come sapete, sono in corso alcuni accertamenti e non possiamo rilasciare dichiarazioni. Stiamo collaborando con gli inquirenti per contribuire al buon esito delle indagini”. 

Condividi:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *