Sclerosi multipla, Nordic Tales è a Napoli! Nordic Walking e Tai Chi per il benessere di corpo e mente

Un approccio olistico che combina uno sport dolce a una disciplina orientale: ecco la ricetta di Nordic Tales 2019, le camminate a passo di Nordic Walking promosse da Sanofi Genzyme per favorire il benessere psico-fisico delle persone con sclerosi multipla, con il patrocinio di AISM – Associazione Italiana Sclerosi Multipla e della Scuola Italiana Nordic Walking. L’appuntamento, che ha il patrocinio della Città di Napoli, è sabato 8 giugno alle 10 sul Lungomare Caracciolo (punto di ritrovo presso la colonna spezzata). La tappa di Napoli, l’ultima prima dell’estate, sarà anche in diretta sulla pagina Facebook di Sanofi Italia www.facebook.com/SanofiItalia e su Twitter con #SanofiLive e #NordicTales. Collegamenti, interviste e “pillole” di questa giornata di benessere per tutti. Novità di questa quinta edizione è il Tai Chi, antico stile delle arti marziali cinesi in cui prevale l’insegnamento spirituale rispetto a forza e potenza. Nato come tecnica di combattimento è oggi una disciplina olistica che coniuga movimenti lenti e gentili a tecniche di meditazione e consapevolezza. Caratteristiche che lo rendono adatto anche alle persone con sclerosi multipla, perché le aiuta a migliorare l’equilibrio e il controllo del corpo, a ridurre stress e ansia.

“Sono entusiasta di aver contribuito a riportare Nordic Tales per la seconda volta a Napoli. Anche quest’anno saremo in tanti per sensibilizzare la cittadinanza sulla sclerosi multipla e per far conoscere alle persone che ci convivono due discipline sportive complete e adatte,” commenta Luigi Lavorgna, Dirigente medico neurologo presso la I Clinica Neurologica dell’Università della Campania “Luigi Vanvitelli”. “Il Nordic Walking è uno sport che ha validità riabilitativa perché c’è un coinvolgimento attivo di tutti i muscoli, mentre il Tai Chi è in grado non solo di offrire benefici per la pressione sanguigna e la salute cardiovascolare in generale, ma anche di influire sull’equilibrio, la flessibilità, la stabilità per le persone con sclerosi multipla. Ben vengano, quindi, iniziative come Nordic Tales, che da cinque anni vive molto anche sui social. È infatti importante far sapere a più persone con SM possibili che possono praticare sport e quali sport sono adatti, e creare reti, reali e virtuali, che consentano loro di sentirsi meno sole.”

Quella di Napoli è la quarta delle cinque tappe previste per la Tai Chi Edition 2019 di Nordic Tales. I partecipanti saranno seguiti da istruttori qualificati della Scuola Italiana di Nordic Walking e dall’insegnante di Tai Chi Chuan Daniela Monetti, proveniente dall’Accademia Italiana di Arti Marziali IWKA Ssd di Napoli, che insegneranno loro i principi e le tecniche base delle due discipline, e li accompagneranno in sessioni pratiche. Affiancando il Tai Chi alla tecnica della camminata con i bastoncini che coinvolge in modo attivo ma dolce più del 90% della muscolatura, Nordic Tales si propone anche quest’anno di avvicinare i partecipanti con sclerosi multipla, i loro caregiver, famigliari e amici a discipline sportive che allenino il corpo senza affaticarlo e che coniughino l’aspetto fisico alla focalizzazione mentale e a una maggiore consapevolezza di sé. Un percorso già iniziato nel 2018 con la pratica della mindfulness e che mira proprio a creare momenti di aggregazione e movimento all’aria aperta, così importanti per una migliore qualità di vita anche con la sclerosi multipla.

Secondo i dati del Barometro SM 2019 di AISM, in Italia le persone con sclerosi multipla sono 122.000, con la diagnosi che, nella maggior parte dei casi, arriva tra i 20 e i 40 anni. E sono almeno 500.000 le persone direttamente coinvolte quotidianamente dalla malattia, a supporto delle persone con sclerosi multipla. In Campania, secondo i dati 2018, la patologia riguarda 11.200 persone, con 320 nuovi casi stimati ogni anno. “Sono molto orgogliosa di aver contribuito a portare nella nostra città questa iniziativa per le persone con sclerosi multipla,” commenta Rosa Ciaravolo, sezione provinciale AISM Napoli. “Come è stato sottolineato pochi giorni fa, in occasione della presentazione del Barometro SM 2019, una delle difficoltà che incontrano le persone con SM in Campania è l’accesso ai centri di riabilitazione. Ecco che Nordic Walking e Tai Chi possono essere attività sportive che, nelle forme lievi di malattia, possono avere valenza riabilitativa e aiutare a migliorare la condizione psicofisica delle persone con sclerosi multipla.”

La partecipazione a Nordic Tales è gratuita e aperta a tutti. Tutte le informazioni sulle tappe e le istruzioni per l’iscrizione sono disponibili sulla pagina Facebook dell’iniziativa www.facebook.com/NordicTalesSM/

È anche possibile seguire le tappe su Twitter e Instagram, condividendo la propria esperienza con l’hashtag #NordicTales.  

Le prossime tappe di Nordic Tales 2019

Dopo Roma, Sestri Levante, Ferrara e Napoli, Nordic Tales lancia l’appuntamento per il 5 ottobre con l’ultima tappa del Tour 2019 al Parco delle Groane di Solaro, in provincia di Milano.

Condividi:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *