Napoli saluta il questore De Iesu che diventa vice capo della Polizia di Stato: “Presto arriverà la super Questura, fidatevi del nostro lavoro”

De Ieru batte su un tasto in particolare: “Bisogna avere fiducia nelle istituzioni, bisogna credere in chi lavora seguendo un progetto e una strategia ben precisi“. Eccolo Antonio De Iesu, 46 anni in polizia, all’indomani della sua nomina a prefetto, di fronte a un nuovo incarico: lascerà la questura napoletana per andare a ricoprire il ruolo di vice capo della polizia (vicedirettore generale di pubblica sicurezza con funzioni vicarie). Due anni intensi, alla guida dell’ufficio di via Medina, dopo aver contrastato le grandi guerre di camorra (250 omicidi l’anno), caratterizzati da arresti eccellenti (come quello di Francesco Mallardo), finanche da un conflitto a fuoco con i killer cutoliani, nel quale rimase ferito a una gamba.
Questore, che città lascia dopo due anni alla guida dell’ufficio di via Medina?
Una città complessa e meravigliosa, dove il lavoro delle forze dell’ordine avviene in modo sinergico e senza sosta. Mai come in questo periodo, c’è piena armonia negli interventi messi in campo da polizia, carabinieri, guardia di finanza, sotto la guida del procuratore Gianni Melillo. Una realtà sotto gli occhi di tutti, come raccontano i recenti fatti di cronaca“. (RASSEGNA STAMPA – FONTE: IL MATTINO)
Condividi:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *